La cucina ecozoica è essenzialmente autoproduzione. Ma un po’ anche installazione, anche se non amo molto questa forma di “arte” che invade un luogo e lo stravolge, di solito non apportando nulla di nuovo o almeno di bello. Meglio le installazioni alimentari!

L’economia autogenerante può essere caratterizzata come metodo per l’ordinamento fuori che autorizza qualcuno per generare gli articoli interamente da solo in contrasto con ottenerli da altri individui o raduni. Questa definizione può essere disintegrata nei seguenti punti di vista:

-un metodo di smistamento

-creare auto

-escludendo i requisiti delle fonti esterne.

 

Inizialmente, il pensiero di smistamento varia da un quadro verticale consueto a un sistema di livello. Mentre il metodo vario livellato per l’organizzazione del battimento i tempi più recenti, la società attualmente arriva alla volta in cui il controllo è trasportato lungo il lato. Questo viene a compimento da parte dei clienti che lavorano insieme e condividere per mezzo di reti pubbliche. Inoltre, questo smistamento amplia i metodi convenzionali di strutture di rischio.

 

La prospettiva successiva rispecchia un’altra origine della creazione. Il piano consueto fabbricare trasmettere per mezzo di uno spettacolo organizzazione è arreso come chiunque può iniziare a creare il loro pensiero personale in un lampo senza l’intercessione dei creatori. La prospettiva finale allude alla libertà di generazione da fonti esterne. I clienti possono progredire verso diventare prosumer. Gli acquirenti che co-fare i loro oggetti personali all’interno dell’economia cooperativa, evitando il requisito di un speculatore o Maker.

 

Impianti di nutrimento:

Nutrimento non è mai solo una sorta di sostentamento. L’atto di consumo e di cibo è parte integrante del nostro stile di vita. L’arte e le installazioni magistrale dare un’occhiata ai componenti fondamentali del sostentamento e modelli dietetici, in modo da testare i nostri pensieri costante per quanto riguarda il consumo e il nutrimento e facendo il nutrimento delle cose a venire. Gli artigiani e gli originatori indagano la gamma completa dei vari punti di vista che abbiamo di sostentamento che possono essere ulteriormente beneficiato utilizzando Sliminazer.

Avevo molte foglie di borragine raccolte da Stefano da un nostro amico che tiene la terra pura, troppe per fare una parmigiana! Allora ho pensato di provarla come ripieno nei ravioli, e al posto della patata ho voluto provare la batata bianca. Quando metto la patata nei ripieni devo sbrigarmi a consumarli, perché so che nel tempo rilascia una sostanza nociva, e tantomeno quindi si possono surgelare. Ho fatto questa prova di sostituzione con la patata dolce bianca, ed è riuscita molto bene sia come sapore che come consistenza.