Cornbread mediterraneo – Mediterranean cornbread

By | November 26, 2018

Ecco la traduzione italiana (con qualche notiziola in più) di una ricetta che ho postato in Veganwiz sezione inglese il 4 aprile 2010. Con questo caldo è meglio fare la versione in padella-forno sul gas,  una volta raffreddata è ottimo accompagnamento di verdure estive, anche se qui la vedete in compagnia di uno stufato verde invernale.

Ilpiattoche ci accingiamo a discutere qui è unico non nel gusto, ma anchenelmodo in cui è unaricetta di una persona cheama fare nuovipiatti con diversiesperimenti, ma scriveanchepoesie. I lettoripossono Clicca qui per indagaree passareattraverso la ricetta. Prima di tutto fare unapastellalisciamescolando la farina di ceci con unpo’ d’acqua. L’acquadovrebbeaggiungersi lentamente nella farina secondo ilbisogno. Ora mescolareingredientiasciutti e liquidiseparatamente. Si puòandare per peperoni tritati e pomodoroessiccatonelvostropiatto. La scelta è tua. È possibilesceglierequalsiasifuori di essi. Prendeteun ben oliato Pan-forno e mescolaretuttigliingredienti in fretta. È inoltrepossibileutilizzareteglia con cartafomo. Cuoceretuttigliingredientisulforno a vaschetta a fuoco basso. La temperaturarichiesta per ilfornodovrebbeessere 180. Se stiamocucinandoilnostropiatto in padella, è necessariocoprireilcontenitore con un coperchio.

Per il pane mescolarececi con un po’ d’acqua e fare una crema come consistenza. Ora separaretuttigliingredientiumidi e asciutti. Prendeteunapadellacalda ben unta e combinaretuttigliingredientirapidamente in padella. Tenereil gas a fuoco basso e cuocerlo per 30 minuti. Se sidesideracuocere in forno la temperaturadovrebbeessere 400 e cuocere per 25 minuti. Nel mix di ingredientiumiditritatopeperoncinoverdecaldo. Ilpiattodàsempreunabuonacompagnia di piatticaldisuccosi come Potato-Kale-cecizuppa e aumentatoil gusto.

Questa ricetta me l’ha passata il mio amico James Koller (qui qui), per me semplicemente Jim, che vive in Maine. E’ un poeta, che negli anni passati mi è venuto a trovare almeno una volta all’anno. E di lui ho tradotto qualche poesia, come The Night Train North (se la cercate con google dovreste trovare il pdf scaricabile, il link purtroppo non è copiabile, altrimenti la trovate pubblicata in “Traduttologia”,  n° 2 – gennaio 2006). E’ anche un piccolo editore indipendente, di poesia Beat Generation (le sue radici) e di poesia ecologista e bioregionalista (il suo approdo): Coyote Books.