Tortellini del futuro più ecozoici: con ripieno di fagioli borlotti e diavoloni, lupini e roveja

By | November 26, 2018

Mi hanno invitato a partecipare a un concorso per la presentazione della farina di Tritordeum. E’ un cereale ottenuto per ibridazione da grano duro (triticum) e orzo selvatico (hordeum), quindi con un sistema naturale, il cui risultato è una nuova varietà più resistente e meno bisognosa di trattamenti chimici. Speriamo che siano questi i cereali del futuro e non gli ogm. Inoltre presenta anche un più basso contenuto di glutine, il che lo rende più salutare.